Il Cirmolo

Situata nel famoso quartiere milanese di Brera, la galleria Il Cirmolo dagli anni '90 presenta ai suoi clienti nazionali e internazionali il meglio dell'arredamento industriale e di design della metà del XX secolo. Spazia dai ricercatissimi mobili francesi Tolix progettati da Xavier Pauchard all’arredamento da giardino Arras della fine del XIX secolo fino alla famosa scaffalatura "Ideale" di Theodore Scherf; poi ancora le sedie e gli sgabelli Flambo e le sedie e i tavoli da bistrot di Multipl's; i mobili per ufficio Roneo e Stratford e le poltrone Flexi-Tube. Elemento distintivo de Il Cirmolo è la selezione di insegne vintage italiane, smaltate e serigrafate, della metà del XX secolo, attinenti al mondo dell’editoria, dell’industria automobilistica, delle bibite e degli alcolici, fra cui spiccano i marchi Campari, Cinzano e Martini. Disponibile anche una vasta gamma lettere scatolate in metallo, insegne e lettere luminose della seconda metà del XX secolo.

 

La galleria ha un’ampia sezione dedicata ai Giocattoli in gomma vintage Walt Disney (anni '60 - '70) prodotti dalle aziende italiane Ledraplastic e Rubbertoys. Una varietà di statue di diverse dimensioni, in resina o fibra di vetro, di personaggi della Walt Disney e della Warner Bros., provenienti da tutto il mondo e prodotte negli ultimi quarant'anni. Bigiotteria americana (anni '50 - '60) disegnata da Trifari, Lisner e Coro.

 

Nel corso degli anni la galleria è diventata un punto di riferimento per collezionisti di oggetti rari e inusuali e ha sviluppato un'estetica unica basata sulla storia personale del proprietario Matteo Giannelli. Il Cirmolo è stato aperto, negli anni ’80, come negozio di antiquariato da Enrico Giannelli e Adriana Faccioli - genitori dell’attuale proprietario - ed è ancora possibile respirare questa impronta culturale nella selezione di antichi pezzi unici mescolati a quelli vintage, come i candelieri telescopici in Old Sheffield datati fra la fine del XVIII secolo e la metà del XIX secolo e i molti esempi di terraglia inglese del XIX secolo: come i pezzi Wedgwood di color avorio, o i piatti con vedute stampate in bianco e blu, oltre alla ricca collezione di teiere inusuali degli ultimi due secoli.