Il Cirmolo

Il Cirmolo, riferimento negli anni ‘80 per gli amanti dell’antiquariato e dei mobili rustici, cambia sede nei primi anni duemila e si trasferisce dallo storico quartiere di Sant’Ambrogio al più bohemienne quartiere di Brera. Nella nuova location, il Cirmolo si specializza in oggettistica vintage e di modernariato diventando una realtà unica per collezionisti e appassionati.

Il Cirmolo, nella sua attuale veste è frutto della passione e della ricerca di Matteo Giannelli, che seleziona personalmente ogni pezzo presente in negozio: dai mobili industriali e di design, alle insegne smaltate della metà del '900, alle lettere e insegne luminose della seconda metà del XX secolo, ai pupazzi in gomma della ledraplastic e della rubbertoys degli anni '60 e '70, fino ad arrivare alla bijotteria americana anni ‘50 e ‘60 di Trifari  Lisner e Coro. Tra i pezzi unici che richiamano la tradizione di famiglia i candelieri in old sheffield inglese fine 700 inizio 800,e le terraglie stampate bianche e blue inglesi del XIX secolo, insieme a una vasta collezione di teiere di tutti i tipi. 

Infine potrete trovare tante piccole e grandi statue, in resina o vetroresina, di personaggi della Walt Disney e della Warner Bros, prodotte oggi e negli ultimi 30 anni.

il cirmolo antiquariato
il cirmolo antiquariato

Il Cirmolo
Via Fiori Chiari 3 - 20121 Milano
tel. +39 02 8052885
e-mail: matteo@ilcirmolo.it

ORARIO DI APERTURA

Lunedì 15.00 -19.00
Da martedì a sabato:
orario continuato 10.00 - 19.00
Domenica chiuso

SEGUICI SU INSTAGRAM

CONTATTACI

newsletter

DICONO DI NOI

The Chick Fish

IL CIRMOLO

Un luogo dove esploriamo la relazione tra vintage, design ed estetica.
Un luogo il cui principale scopo è quello di scovare tesori nascosti e condividerli con i propri lettori.

flawless milano

IL CIRMOLO – ANTIQUARIATO

Tra insegne anni '50/'60 e segnali stradali vintage potrete fare un safari nel bello di una volta.

Quando mi fermo a pensare alla vita realizzo che è solo questione di tempo. Quando vado oltre al tempo penso sia in realtà anche una questione di “dare la precedenza”.